Scheda 326 - Milizia dell'Immacolata di Sicilia

Vai ai contenuti

Menu principale:



SK 326 - A p. Giustino Nazim, Niepokalanòw Nagasaki, 6 III 1931

A p. Giustino.  PS - A proposito della innovazione, vale a dire di stampare su carta diversa per quelli che pagano e per quelli che non pagano, io ritengo che questo contrasti un po' con il nostro spirito; noi mandiamo [il Rycerz] allo stesso modo a tutti coloro che desiderano leggerlo e accettiamo quanto ciascuno può dare, ma se qualcuno non può mandare proprio nulla, nondimeno ha ugualmente la possibilità di trarne profitto.  I clichés riescono bene. Magari qui in Giappone noi potessimo avere una carta simile! Qui i clichés sono buoni, ma assai costosi.  Auguro di conquistare il più gran numero possibile di anime all'Immacolata, perché questa è la nostra vita, il nostro respiro, ogni pulsazione del nostro cuore: consacrarci all'Immacolata sempre di più, illimitatamente, incondizionatamente, irrevocabilmente, e inculcare questa donazione di sé nei cuori di tutti, su tutta la terra, affinché Ella possa dirigere liberamente i nostri cuori e i cuori di tutti coloro che vivono nel mondo intero: la realizzazione più rapida possibile dello scopo della M.I. in tutta la terra e poi la sollecitudine perché nessuno riesca a strappare da nessun cuore il vessillo dell'Immacolata.  Quale immenso lavoro!  E che sarà dopo la morte?...  Dopo una vita trascorsa in mezzo a così grandi fatiche e sofferenze, dopo una vita consumata per l'Immacolata??!!...  Tuo    fr. Massimiliano     

Nota 326.1 Data di una lettera di fr. Sigismondo Krol, cui p. Massimiliano aggiunse il presente scritto.
Torna ai contenuti | Torna al menu