Scheda 199 - Milizia dell'Immacolata di Sicilia

Vai ai contenuti

SK 199 - A p. Cornelio Czupryk, Leopoli Niepokalanòw, 21 XII 1928

Rev.mo P. Provinciale!  Fr. Saverio è già andato via e fr. Carlo parte quest'oggi1.  Per capodanno possono ricevere l'abito religioso gli aspiranti:  1) Kozielczyk Felice, entrato il 19 IX e  2)  Ciach Casimiro, entrato il 22 IX?  Per l'inizio dell'anno si compiono pure tre mesi di permanenza tra noi degli aspiranti:  1) Pyszko Casimiro (26 IX), quello che ha la bella calligrafia, e  2)  Hakało Nicola (29 IX), quello che e capace di ricamare, ma è chiaro ormai che non sono come gli altri.  Non c'è più quell'ideale, quello zelo.  Si vede che non avevano letto bene e meditato l' “appello” pubblicato sul numero di maggio (a p. 1482) ed erano venuti come persone molto perbene nell'Ordine, tra i Francescani, non riflettendo forse sul fatto che la nostra comunità ha un tono di vita un pochino eroico, quale è e deve essere Niepokalanów, se veramente vuole conseguire lo scopo che si è prefissa, vale a dire non solo difendere la fede, contribuire alla salvezza delle anime, ma con un ardito attacco, non badando affatto a se stessi, conquistare all'Immacolata un'anima dopo l'altra, un avamposto dopo l'altro, inalberare il Suo vessillo sulle case editoriali dei quotidiani, della stampa periodica e non periodica, delle agenzie di stampa, sulle antenne radiofoniche, sugli istituti artistici e letterari, sui teatri, sulle sale cinematografiche, sui parlamenti, sui senati, in una parola dappertutto su tutta la terra; inoltre vigilare affinché nessuno mai riesca a rimuovere questi vessilli.  Allora cadranno i socialismi, i comunismi, le eresie, gli ateismi, le massonerie e tutte le altre simili stupidaggini che provengono dal peccato.  Ma questo è davvero una missione e, secondo la Regola3, non tutti vi sono obbligati né chiamati, pur rimanendo religiosi irreprensibili.  Così io mi immagino Niepokalanów. Forse sarà una esagerazione, ma mi sembra che senza questo meraviglioso ideale missionario Niepokalanów non abbia ragione di esistere e si debba abbassare necessariamente alle comuni editorie tenute da religiosi, ad esempio, dai PP. Gesuiti o da tanti altri istituti religiosi, le cui rivistine non hanno eccessive aspirazioni e nel migliore dei casi servono quali fonti di entrate per scopi del resto nobilissimi.  Questi due aspiranti non sono entrati tramite il Rycerz, ma semplicemente per vivere nell'Ordine.  Quindi, benché siano persone perbene, penso tuttavia che col tempo chiederanno di essere trasferiti in un ambiente rispondente alle loro aspettative, vale a dire in un altro convento.  Io stesso temo di apparire qui troppo parziale. Abbiamo acquistato la dinamo per 1.800 zł.  Quanto ai debiti, abbiamo pagato 3.000 zł di acconto per la rotativa e il resto di poco piu di 2.600 zł. per il motore.  Gli accumulatori sono arrivati e ce li portano in giornata.  Da gennaio la tiratura de Rycerz sarà di 100.000 copie, dato che il numero dei lettori va aumentando e speriamo che durante l'anno gli abbonati raggiungano questo traguardo4, specialmente contando sul fatto che, dopo la professione, i fratelli potranno anche andare in giro per gli abbonamenti; ognuno che si abbona [durante l'anno] richiede i numeri arretrati da gennaio.  Gloria all'Immacolata per questi primi centomila.  Chiedo la serafica benedizione       fr. Massimiliano M. Kolbe PS - Mi affretto, affinché la risposta per la vestizione possa arrivare in tempo; inoltre è urgente affrettarsi alla posta.  

Nota 199.1 Trasferiti il primo al convento di Leopoli, il secondo a quello di Kalwaria Paclawska.  Nota
199.2 L'appello pubblicato nel numero di maggio del RN 7 (1928) 148 - che inizia con le parole: “Caro giovane!” - è un'esortazione ai giovani, che ritengono di essere chiamati alla vita religiosa, ad entrare a Niepokalanòw quali religiosi fratelli, prevenendoli per contro possibili illusioni, poiché a Niepokalanòw si esige una totale ed irrevocabile consacrazione all'Immacolata nella preghiera, nel lavoro e nella sofferenza, attraverso i voti religiosi.
Nota 199.3 Nel capitolo XII della Regula Fratrum Minorum di s. Francesco d'Assisi è detto: “Quei frati che per divina ispirazione volessero andare tra i saraceni ed altri infedeli, ne chiedano il permesso...” .
Nota 199.4 La tiratura del RN nel 1929 fu in gennaio di 90.000 copie, da febbraio ad aprile di 100.000, da maggio a novembre di 120.000 circa, in dicembre di 151.000.  



Torna ai contenuti