S.Ireneo di Lione - Milizia dell'Immacolata di Sicilia

Vai ai contenuti

S.Ireneo di Lione

Verità Mariane
37° santo a essere proclamato Dottore della Chiesa

S.Ireneo di Lione (c. 130-202), discepolo di un discepolo (san Policarpo) di san Giovanni Evangelista, è divenuto il 37° santo a essere proclamato Dottore della Chiesa con l'assenso finale di Papa Francesco.
 
E' un riconoscimento dovuto a chi meravigliosamente cantò le lodi dell'Immacolata e ne approfondì la conoscenza, «il primo grande teologo della Chiesa, che ha creato la teologia sistematica» (Benedetto XVI).
 
«Era conveniente e giusto che Adamo fosse ricapitolato in Cristo, affinché la morte fosse assorbita nell’immortalità e che Eva fosse ricapitolata in Maria, affinché la vergine, divenuta avvocata di un’altra vergine, potesse annullare e distruggere, con la sua verginale obbedienza, la disobbedienza verginale», (Esposizione della dottrina apostolica).
 
«il nodo della disobbedienza di Eva ha avuto la sua soluzione coll’obbedienza di Maria; ciò che la vergine Eva legò con la sua incredulità, la vergine Maria sciolse con la sua fede» (Adv. Haer. III, 22, 4).
 
«Come Eva dunque, disobbedendo, divenne causa di morte per sé e per tutto il genere umano, così Maria, obbedendo, divenne causa di salvezza per sé e per tutto il genere umano».
 
Milizia dell'Immacolata di Sicilia
Via Noce. 126 Palermo
Milizia dell'Immacolata di Sicilia
Via Noce,126 Palermo - presso i locali della Parrocchia "Sacro Cuore"
Torna ai contenuti