Il Santo Rosario della B.V. Maria - Milizia dell'Immacolata di Sicilia

Milizia dell'Immacolata di Sicilia
"Solo l'Amore Crea"
Vai ai contenuti

Il Santo Rosario della B.V. Maria

rosario

Come recitare il Santo Rosario >>> guarda il Video


IL ROSARIO CON GLI SCRITTI DI SAN MASSIMILIANO
 
“A Lourdes l'Immacolata sgrana la corona del rosario e incoraggia così Bernadette a recitarlo con Lei. È un modo profondo per insegnarci come dobbiamo approfondire i misteri di Gesù, dalla sua venuta nel mondo fino all'incoronazione, quale Regina del cielo, di Colei che gli fu Madre. Ebbene, se desideriamo elevarci fino a conoscere Lei e ad innamorarci di Gesù, dobbiamo soffermarci a meditare questi misteri in unione con Lei, sussurrando e ripetendo incessantemente l'Ave Maria” (SK 1297).

 
Misteri gaudiosi

 I° MISTERO
L'annunciazione
 Maria accoglie la volontà del Padre: è la Vergine dell'obbedienza liberamente amata Ella [l'Immacolata] è creatura di Dio, proprietà di Dio, somiglianza di Dio, nel modo più perfetto possibile ad un essere meramente umano. Ella è strumento di Dio. Con piena consapevolezza si lascia volontariamente condurre da Dio, si conforma alla Sua volontà, desidera solo ciò che Egli vuole, opera secondo la Sua volontà e ciò nel modo più perfetto possibile... nel perfetto uso delle facoltà e dei privilegi a Lei concessi, per compiere sempre e in tutto, unicamente ed esclusivamente la volontà di Dio, per amore verso Dio uno e trino (SK 1320).

 
La visitazione
II° MISTERO
 
Maria porta Gesù: è la  Vergine orante e la prima missionaria.
 
“L'Immacolata desidera estendere all'umanità intera i frutti della Redenzione operata dal Figlio suo. L'unico suo desiderio è di innalzare il livello della nostra vita spirituale fino alle vette della santità. L'Immacolata non mira a realizzare direttamente, di persona, questi progetti di azione apostolica; piuttosto cerca di coinvolgere noi in questa attività. Di conseguenza, la condizione essenziale è di offrirsi in proprietà all'Immacolata. Solo allora – quando saremo ormai perfettamente obbedienti all'Immacolata – diverremo uno strumento esemplare nelle sue mani apostoliche”. (Cfr. SK 1220).

III° MISTERO
La nascita di Gesù
 
Maria adora il Figlio di Dio: è la Vergine Madre.
 
“Lasciate che vi dica qualche parola proprio oggi, festa della Maternità della santissima Vergine Maria. Ella è sempre stata, è e sarà sempre per noi tutti la Madre più affettuosa: durante la vita, al momento della morte e per tutta l'eternità. Ricordiamoci spesso di questa verità, soprattutto nelle difficoltà esterne ed anche in quelle interiori, che sono ben più dure. Tuttavia, se voi non riporrete affatto la fiducia in voi stessi, ma unicamente e totalmente nell'Immacolata, Mediatrice di tutte le grazie, allora vincerete sempre e sicuramente (SK 744).
 
 
IV° MISTERO
La presentazione di Gesù al Tempio
 
Maria offre il Figlio: è la Vergine dell'offerta totale e del dono di sé.
 
“Poiché Ella [l'Immacolata] è proprietà di Gesù in modo perfettissimo, mentre Gesù è Dio e proprietà dell'eterno Padre, ogni nostra offerta, anche se indirizzata all'eterno Padre, per natura di cose, si purifica nell'Immacolata, si eleva ad una perfezione infinita in Gesù e diviene oggetto di compiacimento della Santissima Trinità” (SK 1301).

 
V° MISTERO
Il ritrovamento di Gesù al Tempio
 
Maria ritrova Gesù: è la Vergine delle vicende incomprensibili, accettate con la disponibilità di un cuore contemplativo.
 
“Venne poi nel mondo il Redentore, l'Uomo-Dio, Gesù, che diede inizio alla sua missione, si mise ad insegnare la via verso il cielo ponendosi alle dipendenze dell'Immacolata, come un figlio nei confronti della propria madre e, adempiendo il quarto comandamento, lungo i trentatre anni di permanenza sulla terra, onora la propria Madre e si pone al suo diretto e completo servizio, per compiere la volontà  di Dio Padre. E da quel momento nessuno può divenire simile a Gesù se, ad imitazione di Lui, non venera l'Immacolata” (SK1293).

 
Misteri dolorosi

I° MISTERO
 
Gesù nell'orto degli ulivi
 
“In ogni cosa, poi, non dimentichiamo di ripetere con Gesù nell'orto degli ulivi: “Sia fatta non la mia, ma la tua volontà” [Lc 22,42]. E se, come avvenne nell'orto degli ulivi, Dio riterrà opportuno non mandare ad effetto la nostra richiesta e inviarci un calice da bere fino all'ultima goccia, non dimentichiamo che Gesù non solo ha sofferto, ma poi è altresì risorto gloriosamente. Ricordiamoci, inoltre, che noi siamo protesi verso la risurrezione anche attraverso la sofferenza” (SK 1264).

II° MISTERO
Gesù flagellato alla colonna
 
“Quando poi ci imbattiamo in una difficoltà che non siamo in grado di superare, oppure qualche tentazione incomincia a tormentarci con insistenza, non perdiamoci d'animo, ma rivolgiamoci sempre a Lei con piena fiducia come i figli alla madre ed Ella ci infonderà la luce e la forza necessarie, ci stringerà al cuore e addolcirà le più grandi amarezze. Non esiste al mondo un angoletto privo di croci; del resto, se queste non ci fossero, non avremmo nemmeno la possibilità di guadagnarci il paradiso. Perciò, non sfuggiamo troppo la croce, ma se è necessario prenderla sulle spalle, portiamola di buon grado per amore verso l'Immacolata” (SK 751).

III° MISTERO
Gesù coronato di spine
 
“Io pure ho paura delle sofferenze e soprattutto delle umiliazioni, ma mi rassereno pensando che nemmeno Gesù nell'orto degli ulivi volle provare un sentimento diverso. Le grazie giungono al momento in cui ne abbiamo bisogno” (SK 373).

 
IV° MISTERO
La via della croce
 
“Stupenda quella via, la vera via regale (cioè quella della croce) che porta direttamente al cielo. L'amore si infiamma sempre più camminando dietro queste spine. Prega affinché neppure io rimanga indietro” (Cfr. SK 42).

 
V° MISTERO
L'agonia e la morte di Gesù
 
“Per attirare le anime e trasformarle in se mediante l'amore, Cristo ha manifestato il proprio amore illimitato, il proprio Cuore infiammato d'amore per le anime, un amore che lo ha spinto a salire sulla croce, a rimanere con noi nell'Eucaristia e ad entrare nelle nostre anime e a lasciarci in testamento la propria Madre come madre nostra” (SK 1296).

 
Misteri gloriosi


I° MISTERO
La resurrezione di Gesù
 
“Carissimi figlioli, nelle difficoltà, nelle tenebre, nelle debolezze, negli scoraggiamenti ricordiamoci che il Paradiso...il Paradiso...si sta avvicinando. Ogni giorno che passa è un giorno intero di meno di attesa. Coraggio dunque! Ella ci attende di là per stringerci al Cuore. Inoltre, non date retta al diavolo, qualora volesse farvi credere  che il Paradiso esiste, ma non per voi, perché, anche se aveste commesso tutti i peccati possibili, un solo atto di amore perfetto lava tutto al punto tale che non ci rimane neppure un'ombra” (SK509).

II° MISTERO
 L'ascensione al cielo di Gesù
 
“Questa vita passerà e allora inizierà la nostra vera ricompensa. Nulla, nemmeno la più piccola fatica, nemmeno la più piccola sofferenza, abbracciata per la gloria di Dio sfuggirà ad una abbondante ricompensa, e questo per l'eternità intera... Dio ricompenserà non soltanto quello che avremo fatto, ma anche quello che avremmo desiderato fare, pur senza aver avuto la forza sufficiente per portarlo ad effetto. Desiderare, dunque, ma desiderare senza limiti!” (SK 1295).

III° MISTERO
La pentecoste
 
“Anche dopo la morte di Cristo lo Spirito Santo opera ogni cosa in noi attraverso Maria. Infatti, ciò che il Creatore disse al serpente a proposito dell'Immacolata: “Ella ti schiaccerà il capo” [Gen 3,15], deve essere inteso senza limitazione di tempo. È compito dello Spirito Santo formare sino alla fine del mondo le nuove membra dei predestinati del corpo mistico di Cristo. Ma, come il beato Luigi Grignion dimostra, quest'opera viene portata a compimento con Maria, in Maria e attraverso Maria” (SK 1229).

IV° MISTERO
 L'assunzione al cielo di Maria
 
“L'Immacolata è il limite ultimo tra Dio e la creazione. Ella è un'immagine fedele della perfezione di Dio, della sua santità. Il grado di perfezione dipende dall'unione della nostra volontà con la Volontà di Dio. Quanto maggiore è la perfezione, tanto più stretta è l'unione. Poiché la Madre santissima ha superato con la sua perfezione tutti gli angeli e i santi, perciò anche la sua volontà è unita e immedesimata nel modo più stretto con la Volontà di Dio. Ella vive e opera unicamente in Dio e per mezzo di Dio” (SK 1232).

V° MISTERO
Maria Regina del Cielo
 
“Cosa possiamo augurare ancora a Colei che, esaltata al di sopra di tutte le creature terrestri e celesti, è divenuta la Madre di Dio e regna ormai eternamente in paradiso? Ella è la Regina del cielo e della terra, è la Mediatrice di noi tutti, attraverso le sue mani scorre sulla terra ogni grazia. Che cosa dobbiamo augurarti, dunque, o illustrissima e dolcissima Signora? Ebbene, o Regina noi ti auguriamo con tutto il cuore e con tutta l'anima di prendere possesso al più presto possibile e in modo totale dei nostri cuori e dei cuori di tutti e di ciascuno senza eccezione. Regna su tutti noi e in tutti noi e regna non solo durante questo nostro pellegrinaggio terreno, ma anche per i secoli dei secoli, in eterno!” (SK 1037).
 
(Dal libro: “Preghiamo con S. Massimiliano Kolbe”, Edizioni dell’Immacolata)

 
Misteri luminosi  -

I° MISTERO
 Gesù viene battezzato nel Giordano.
 
Dio non tiene al riparo suo figlio lo mette sulle strade degli uomini perché raccolga la loro vita e la presenti al Padre!
«La vita su questa terra non è lunga. Si tratta soltanto di disporci bene all’eternità.
Lasciamoci condurre dall’Immacolata e aiutiamo il nostro prossimo a conoscerla ed a amarla affinché mediante l’amore a Lei si intensifichi l’amore per il SS.mo cuore di Gesù» (SK 936).

 
II° MISTERO
 Gesù alle nozze di Cana: “Non hanno più vino!”.

 Gesù è venuto per portare la gioia della vita che scopriamo vivendo giorno dopo giorno il Vangelo.
«La preghiera è un mezzo sconosciuto, e tuttavia il più efficace per ristabilire la pace nella anime, per dare ad esse la felicità poiché serve per avvicinarle all’amore di Dio. La preghiera fa rinascere il mondo» (SK 903).

III° MISTERO
 
 L’annuncio del regno: “Convertitevi e credere al vangelo…”.
 Aprite il vostro cuore al Dio dell’amore e della misericordia!
«Tanto più una persona si avvicina all’Immacolata, tanto più diviene pura, tanto più la sua fede si fa viva, l’amore, tutte le virtù su irrobustiscono e si vivificano» (SK 1179).
 
IV° MISTERO
 Gesù trasfigurato sul Tabor

 «Il cuore divino di Gesù, che arde di Amore verso di noi ci dona come madre e protettrice la propria carissima e dilettissima Madre alla quale non è capace di rifiutare nulla. Le ha dato un cuore molto grande, così che non possa scorgere sulla terra nemmeno una piccola lacrima, che non possa non preoccuparsi di asciugarla e di portare la salvezza e la santificazione ad ogni uomo» (SK 1094).
 
V° MISTERO
Gesù istituisce l’Eucaristia.

Maria primo tabernacolo della storia, tu porti Gesù ancora invisibile agli occhi degli uomini all’adorazione di Elisabetta e con sguardo rapito lo contempli appena nato stringendolo fra le tue braccia.
«Abbandonati ogni giorno maggiormente nelle mani di Gesù e dell’Immacolata. Nonaffliggerti per le contrarietà e le difficoltà, ma lascia ogni cosa all’Immacolata. Ella può tutto: farà ciò che vorrà. Non lasciarti sfuggire nessuna occasione per dilatare il Regno dell’Immacolata nelle anime e, per mezzo di esso, il regno del Cuore di Gesù: con la penna, con la parola, con l’esempio, con la sofferenza, con le umiliazioni. Dimentica te stesso e pensa soltanto a conquistare, i cuori all’Immacolata e per ciò stesso al sacratissimo Cuore di Gesù che arde d’amore in ogni tabernacolo» (SK 975).     

 
Signore pietà, Cristo pietà, Signore pietà
 
Cristo ascoltaci, Cristo esaudiscici
 
Dio Padre che sei nei cieli  - abbi pietà di noi
 
Dio Figlio Redentore del mondo
 
Spirito Santo Paraclito
 
Santa Trinità Unico Dio
 
Santa Maria                           - prega per noi
 
Santa Madre di Dio
 
Santa Vergine delle vergini
 
San Massimiliano eletto da Dio
 
San Massimiliano amico di Dio
 
San Massimiliano, dono di Dio Icona
 
della misericordia del Padre
 
Autentico discepolo e sacerdote di Cristo
 
Messaggero dello Spirito d’amore
 
Trasparente dello Spirito d’amore
 
Appassionato figlio della Chiesa
 
Missionario instancabile
 
Intraprendente evangelizzatore
 
Apostolo della Medaglia Miracolosa
 
Uomo fatto dono per gli altri
 
Docile strumento dell’Immacolata
 
Consacrato senza limiti alla Madre di Dio
 
Cantore della Mediatrice di grazia
 
Seguace esemplare di Francesco
 
Fondatore della Milizia dell’Immacolata
 
Apostolo dei mass-media
 
Uomo di preghiera e contemplazione
 
Esempio luminoso di umiltà e dolcezza
 
Modello meraviglioso di povertà e obbedienza
 
Specchio insigne di purezza          
 
Immagine splendente di pace e di gioia
 
Segno evidente di vittoria e di speranza
 
Testimone di amore a Dio e al prossimo
 
Difensore della dignità umana
 
Strumento di pace e riconciliazione
 
Compagno dei prigionieri
 
Consolatore dei morenti
 
Protettore della famiglia
 
Profeta e segno della civiltà dell’amore
 
Martire della carità
 
Patrono del nostro difficile tempo
 
 
  
 
Agnello di Dio che togli i peccati del mondo
 
- perdonaci o Signore
 
Agnello di Dio che togli i peccati del mondo
 
- ascoltaci o Signore
 
Agnello di Dio che togli i peccati del mondo
 
- abbi pietà di noi
 
 
Prega per noi Santa Madre di Dio e saremo degni delle promesse di Cristo.
 
 
Concedimi di lodarti, o Vergine Santissima. Ti adoro o Padre nostro celeste, poiché hai deposto nel grembo purissimo di Lei il tuo figlio unigenito. Ti adoro o figlio di Dio, perché ti sei degnato di entrare nel grembo di Lei e sei diventato vero, reale Figlio suo. Ti adoro o Spirito Santo, poiché ti sei degnato di formare nel grembo immacolato di Lei il corpo del Figlio di Dio. Ti adoro o Santissima Trinità per avere elevato l’Immacolata in un modo così divino. E io non cesserò mai, ogni giorno, appena svegliato dal sonno di adorarti umilissimamente, o Dio Trinità, con la faccia a terra, ripetendo tre volte: Gloria… (SK1305)



                                                        
Milizia dell'Immacolata di Sicilia
Via G. il Buono, 91 Palermo
Torna ai contenuti