Scheda 1297 - Milizia dell'Immacolata di Sicilia

Vai ai contenuti

SK 1297  -  I misteri del rosario   Niepokalanów, 1940 1

 
Maria   A Lourdes l'Immacolata sgrana la corona del rosario e incoraggia così Bernardetta a recitarlo con Lei.  È un modo profondo per insegnarci come dobbiamo approfondire i misteri di Gesù, dalla Sua venuta nel mondo fino all'incoronazione, quale Regina del cielo, di Colei che gli fu Madre.  Ebbene, se desideriamo elevarci fino a conoscere Lei e ad innamorarci di Gesù, dobbiamo soffermarci a meditare questi misteri in unione con Lei, sussurrando e ripetendo incessantemente l'“Ave Maria”.  Per i peccatori  L'Immacolata a Lourdes raccomandò pure di pregare per i peccatori.  E la M.I. mette in atto questo invito dell'Immacolata, facendo ripetere quotidianamente da migliaia di bocche e di cuori:  “O Maria, concepita senza peccato, prega per noi che ricorriamo a Te e per tutti coloro che a Te non ricorrono, in particolare per i massoni e per coloro che sono stati raccomandati a Te”.  Questa invocazione è uscita dalla bocca dell'Immacolata e si estende su ogni anima.  L'Ordine della penitenza  “Penitenza, penitenza, penitenza”, ripeteva l'Immacolata a Bernardetta.  Non è, forse, questo lo scopo del nostro Ordine? dell'Ordine dei penitenti?  Non conviene soprattutto a noi, forse, assumere questo invito dell'Immacolata e diffonderlo su tutta la terra e per tutti i tempi?...  Solo non dimentichiamo di sottolineare che si tratta di un Suo invito.      


Nota 1297.1 Cf. SK 1295, nota 1.  
Torna ai contenuti