IN SICILIA SI MARCIA CON I SANTI - Milizia dell'Immacolata di Sicilia

Milizia Dell'Immacolata di Sicilia

Vai ai contenuti

IN SICILIA SI MARCIA CON I SANTI

Attivita
 
Centinaia di figuranti, gente comune in costumi d’epoca raffiguranti i santi più noti, hanno invaso il Cassaro di Palermo nella vigilia della festa di Tuttiisanti. Papi, vescovi, religiosi, laici di ogni tempo e condizione sociale , regine e popolane, preceduti dal cartello del mese in cui vengono celebrati, accompagnati per tutti il percorso da canti religiosi trasmessi dall’amplificazione mobile, hanno sfilato per corso Vittorio Emanuele. Apriva la marcia lo striscione di Regina Coelorum, la onlus organizzatrice; ai fianchi tanti cittadini,  che  si sono uniti al festoso corteo. Qualcuno, vestito alla halloween, guardava stupito.




 
La M.I. di Palermo ha dato il suo apporto di presenza, ha condotto il corteo alla testa e ha curato il servizio di addetto stampa informando le testate locali, cartacee e web, che hanno annunziato e poi  riferito dell’evento. Le ragioni dell’iniziativa sono state riassunte alla conclusione, a piazza Marina, dopo che ogni santo ha posto un fiore dinnanzi ad un’immagine di Cristo risorto: diffondere bellezza in un mondo che ne ha sempre più  bisogno; una bellezza che i santi hanno incarnato e vissuto in modo eminente. Dall’alto di una scala mobile i vigili del fuoco hanno infine lanciato dei volantini con un invito di Sant’Agostino, riassuntivo del messaggio che l’evento ha voluto lanciare: “Se tantissimi, perché io no?”

 
Promotrice di una fiaccolata si è fatta la M.I. di Isola delle Femmine (Pa) che, parroco in testa, ha pregato per le vie cittadine, concludendo il corteo con una bella mangiata di dolciumi, in onore di Tutti i Santi, per i bimbi (ma anche per gli adulti) partecipanti.
 
La M.I. di Belmonte Mezzagno (Pa) ha organizzato una sfilata di bambini in “costumi da santo”, dopola quale è stata celebrata una S.Messa, con omelia e liturgia adatta ai bimbi stessi. I giovani, tantissimi, protagonisti si sono poi spostati sulla piazza del paese dove 3 lanterne si sono alzate in volo mentre tutta la piazza si illuminava di ceri accesi. Dulcis in fundo e a sorpresa,  gli altoparlanti mandavano musica ed iniziavano danze e giochi per bambini  che si concludevano con un ricco assaggio di zucchero filato.
 
I Santi si onorano anche così.
Torna ai contenuti