Siena "giornata nazionale della MI 19/20 ottobre 2019" - Milizia dell'Immacolata di Sicilia

Milizia dell'Immacolata di Sicilia
Vai ai contenuti

Siena "giornata nazionale della MI 19/20 ottobre 2019"

Attivita

Giornata nazionale della M.I.
 
Nei giorni del 19 e 20 ottobre, diverse sedi italiane della M.I. si sono date appuntamento nella bella città medievale di  Siena,  per condividere, nella comunione, delle giornate mariane- kolbiane. Le regioni presenti erano :   Sardegna, Sicilia, Puglia, Campania, Abbruzzo, Marche, Toscana, Emilia Romagna, Nord M.I, Lazio, Umbria.  La città natale di Santa Caterina, patrona d’Europa e dottore della Chiesa ci ha subito introdotti in un’aria  mistica tangibile nei suoi monumenti.. Seguendo il programma del primo giorno, di sera, alle 21,00, abbiamo assistito, al palazzetto dello sport, al musical di Daniele Ricci ”fare della vita un dono”. Lo spettacolo preparato da numerosi giovani di Barletta ci ha fatto rivivere, in maniera emozionante, la vita di S. Massimiliano e l’amore per l’Immacolata. Man mano che si succedevano le scene, ci si sentiva sempre più coinvolti e commossi dalla recitazione che ci immergeva nei mistici dialoghi con l’Immacolata. Il teatro si conferma un mezzo efficace ed incisivo di evangelizzazione. Il giorno dopo, era prevista una giornata di spiritualità nella grandiosa Basilica francescana che custodisce il Miracolo Eucaristico avvenuto nel 1730 e che ogni giorno si rinnova conservando intatte le Sacre Particole. La Basilica  sembra quindi un luogo “prescelto” e predestinato ad essere impreziosito da questo straordinario avvenimento! La giornata è iniziata con le lodi presiedute dall’arcivescovo di Siena che ci ha onorato della sua presenza. Subito dopo, il guardiano della Basilica P. Marco Bellachioma,  ha catturato la nostra attenzione sulla straordinaria storia del Miracolo Eucaristico. L’adorazione è stato il momento culminante di alta spiritualità in cui la concentrazione e meditazione era palpabile...  e come non rimanere inginocchiati a lungo ed entrare in intimo dialogo con la Maestà divina?! Questi momenti, infine, sono stati coronati dalla benedizione eucaristica con le Sacre Particole. Successivamente è stata introdotta la preziosa relazione di don Enrico Grassini sulla” lettura eucaristica del martirio di S. Massimiliano Maria Kolbe”.

Il sacerdote ha spaziato su questo collegamento, ha fatto dei voli pindarici che hanno arricchito ed appagato la nostra sete di divino. Don Enrico ha sottolineato la forza dell’Eucarestia e l’amore per la Santa Vergine che si traducono in testimonianza fino al dono della vita come gesto d’amore per il fratello. S. Massimiliano , infatti, con la sua vita ne è un esempio di mirabile bellezza .  Ma non basta, Don Enrico Grassini,  ha  incluso il martirio spirituale che la Santa Vergine ha vissuto seguendo Gesù….”anche a te una spada ti trafiggerà l’anima”…(Lc2,37), per non parlare , poi, del massimo dolore ai piedi della croce che con S. Bernardo di Chiaravalle possiamo affermare: “... perciò  la forza del dolore trapassò la tua anima, e così non senza ragione ti possiamo chiamare più che martire, perché in te la partecipazione alla passione del Figlio, superò di molto , nell’intensità, le sofferenze fisiche del martirio.”
 
Naturalmente il martirio spirituale, è vissuto anche dal fedele nella quotidianità e diventa mezzo di offerta e santificazione.
 
Alle ore 11,00 è stata celebrata la Santa Messa  animata da un eccellente  coro di giovani. Infine, il nostro assistente nazionale, Mauro de Filippis Delfico ha presentato alla comunità dei fedeli, i neo presidenti regionali eletti quest’anno. A conclusione della mattinata , alle ore 12,00 è stato consegnato  ad ogni partecipante il regolamento di vita tratto interamente dagli scritti kolbiani che diventa per noi militi un” testamento”, un legame inscindibile con S. Massimiliano, con la sua eredità spirituale che ci fa obbligo di tramandare e far conoscere  mettendo a disposizione  tutto il nostro impegno, il nostro entusiasmo, il nostro amore per l’Immacolata!

Anna Maria Chiarello
 Presidente regionale Sicilia
Torna ai contenuti